Sidera, n. 1. « Parce que c'estoit luy... ». Studi sul Cinquecento in memoria di Michel Simonin

Simonin ridotto

 

Il 1o ottobre 2010, a dieci anni dalla sua prematura scomparsa, il Gruppo di Studio sul Cinquecento Francese organizzò, in collaborazione con il Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere dell'Università di Verona e con la Provincia di Verona, una giornata di studi in memoria di Michel Simonin, a cui parteciparono Elio Mosele, Catherine Magnien-Simonin, Anna Bettoni, Magda Campanini, Concetta Cavallini, Bruna Conconi, Silvia D'Amico, Rosanna Gorris Camos e Chiara Lastraioli. Un omaggio, questo, ad uno dei più brillanti e geniali studiosi del Rinascimento francese, che già agli inizi della sua carriera si era fatto conoscere in Italia. Gli Atti della giornata di Verona, intitolata “Parce que c'estoit luy”, riprendendo un passaggio del saggio De l'amitié di un altro Michel che tanto spazio ha avuto negli interessi e nella produzione scientifica di Simonin, sono ora raccolti in questo volume.

 

Le Autrici: Catherine Magnien-Simonin, Magda Campanini, Concetta Cavallini, Bruna Conconi, Silvia D'Amico, Rosanna Gorris Camos, Chiara Lastraioli.

 

Daniele Speziari (Università di Verona) 

Introduzione

 

Catherine Magnien-Simonin  (Université Bordeaux 3) 

Denis Du Pré imprimeur-libraire du pays latin

 

Magda Campanini (Università di Venezia)

Appunti per uno studio del genere epistolare tra modello retorico e invenzione narrativa (1555-1700)

 

Concetta Cavallini (Università di Bari)

Le livre et la biographie: les études montaignistes et le défi de l'histoire

 

Bruna Conconi (Università di Bologna)

Pietro Aretino nelle biblioteche di Francia. Riflessioni su una ricerca in corso

 

Silvia D’Amico (Université de Savoie)

Zeus ed Era sul monte Ida: allegoria e passione nei commenti rinascimentali tra Italia e Francia

 

Rosanna Gorris Camos (Università di Verona)

«Questi bei fior e pallide viole»: Bandello et les poètes italiens de la bibliothèque de Marguerite de France, duchesse de Savoie

 

Chiara Lastraioli (Université de Tours)

Note su una canzone anonima contro Carlo IX